• L'addio di Conte “La mia carriera politica termina con questo governo”
    Notizie
    notizie.it

    L'addio di Conte “La mia carriera politica termina con questo governo”

    Giuseppe Conte prospetta un addio alla politica: "Non lavorerò a una nuova esperienza di governo. La mia esperienza di governo termina con questo".

  • Un carabiniere puttaniere dà la caccia al mostro dei boschi
    Notizie
    AGI

    Un carabiniere puttaniere dà la caccia al mostro dei boschi

    Boschi della Maremma. Due ragazzi vengono ritrovati dopo settimane di prigionia. Ma al carabiniere semplice Fabio Meda non importa. Così come non gliene frega niente della caccia a quello che i media hanno iniziato a chiamare l'Orco di Velianova. Anzi, più a lungo l'Orco spadroneggia in quell'immenso mare verde fatto di alberi e silenzio, più lui può lucrare accompagnando turisti del macabro e facendo loro da cicerone della morte. Si intitola "Il Confine" (Marsilio, 303 pagg. 17 euro) il secondo romanzo dello sceneggiatore Giorgio Glaviano, uscito il 21 marzo nella collana Farfalle. Una storia cruda, palpitante, coinvolgente in cui si esplorano gli abissi delle ossessioni umane. Il protagonista, Fabio Meda deve ripagare un debito. Ne ha contratti decine con la vita, solo che stavolta si tratta di salvare la sua ex moglie. Deve trovare tanti soldi e subito ed è disposto a tutto, anche a varcare l'ennesimo confine. Ma sarà l'incontro con la bellissima e sfuggente bulgara Nevena a rimescolare le carte. Meda sarà costretto a indagare sull'Orco. Un'indagine non autorizzata, solitaria e pericolosa. Perché non soltanto si ritroverà contro il mostro che rapisce e uccide ragazzi, ma anche l'eroico capitano Rio e poi lo strozzino che lo tiene sotto scacco e infine la potente famiglia degli Arduino.Se non bastasse, Meda ha anche un altro nemico: se stesso. È affetto da dipendenza sessuale, una malattia che da due anni lo costringe a umiliarsi e che lo ha precipitato in un abisso dal quale non riesce più a riemergere. Meda ha attraversato molti confini cui la maggior parte degli esseri umani non osa nemmeno avvicinarsi, ma sarà quest'ultimo quello che decreterà la sua fine. O, forse, la sua rinascita. "Il Confine", visto il carattere così originale del suo protagonista, ha già attirato l'interesse dei produttori per farne un film o una serie.

  • Spice Girls, Mel B confessa: “Io e Geri siamo andate a letto insieme”
    Notizie
    Style 24

    Spice Girls, Mel B confessa: “Io e Geri siamo andate a letto insieme”

    Mel B, delle Spice Girls, ospite di un talk show ha confessato di essere stata a letto con la collega Geri Halliwell.

  • 32 anni vergine: la star vegana farà sesso dopo il matrimonio
    Notizie
    notizie.it

    32 anni vergine: la star vegana farà sesso dopo il matrimonio

    Famosa per il suo stile di vita vegano, la You Tuber ha confessato un altro dettaglio della sua vita privata: resterà casta fino al matrimonio.

  • Bari, non raccoglie gli escrementi del proprio cane: multa di 300 euro
    Notizie
    notizie.it

    Bari, non raccoglie gli escrementi del proprio cane: multa di 300 euro

    Bari, 300 euro di multa a una cittadina per aver lasciato sul marciapiede gli escrementi del proprio canne. Sindaco: "Dobbiamo diventare più civili".

  • "Abbiamo un ministro dell'interno che fa il bullo con un ragazzino di 13 anni. È solo un bimbominkia"
    Notizie
    HuffPost Italia

    "Abbiamo un ministro dell'interno che fa il bullo con un ragazzino di 13 anni. È solo un bimbominkia"

    "Abbiamo un ministro dell'interno che fa il bullo con un ragazzino di 13anni"

  • Kiev, paura per Toto Cutugno: uomo sale sul palco durante il live
    Notizie
    notizie.it

    Kiev, paura per Toto Cutugno: uomo sale sul palco durante il live

    Tensione durante il concerto di Toto Cutugno a Kiev. Un uomo è salito sul palco mentre cantava "L'italiano", immediato l'intervento della sicurezza.

  • Domenica In: Mara Venier svela un segreto su Anna Tatangelo
    Notizie
    Style 24

    Domenica In: Mara Venier svela un segreto su Anna Tatangelo

    Anna Tatangelo è stata ospite a Domenica In e Mara Venier si è lasciata andare ad un racconto di un segreto su di lei risalente a 17 anni fa.

  • Ariadna Romero: “Pierpaolo? Sono tornata per lui, ma è andato a UeD”
    Notizie
    Style 24

    Ariadna Romero: “Pierpaolo? Sono tornata per lui, ma è andato a UeD”

    A Domenica Live, Ariadna Romero ha raccontato la fine della sua relazione con Pierpaolo Pretelli, svelando strani dettagli

  • Metro chiusa, pugno duro della sindaca Raggi
    Notizie
    Adnkronos

    Metro chiusa, pugno duro della sindaca Raggi

    "Ho chiesto all'Atac di controllare se ci sono requisiti per sciogliere immediatamente il contratto con la ditta che fa manutenzione, l'Atac mi ha detto che ci sono e quindi questa settimana sarà risolto il contratto e si affideranno i lavori ad altro soggetto". La sindaca di Roma, Virginia Raggi, ospite di 'Non è l'arena' su La7, risponde così a una domanda sulla chiusura della stazione Repubblica della metropolitana dopo l'incidente alla scala mobile. La sindaca parla anche del caso De Vito, il presidente dell'Assemblea capitolina arrestato con l'accusa di corruzione nell'ambito di un filone dell'inchiesta sullo stadio della Roma. "Siamo furiosi, non ce l'aspettavamo. Abbiamo reagito immediatamente, abbiamo espulso Marcello De Vito, la reazione c'è stata e abbiamo immediatamente preso le distanze. Noi non vogliamo tornare al passato" rimarca Raggi, che commenta anche un'intercettazione di De Vito. "Fanno male queste parole, molto male - dice la sindaca - Nessuno si aspetta da una persona che gioca in squadra che sia passata con l'avversario. Giusto prendere le distanze. Continueremo a non arrenderci. Non mi arrendo al fatto che Roma possa cambiare. La stragrande maggioranza dei romani è fatta da cittadini perbene che vogliono cambiare passo rispetto al passato". Lo stadio della Roma si farà o no? "Io ho fatto una due diligence e alla luce di quanto accaduto ne sto facendo fare un'altra - risponde Raggi - E' evidente che io non posso sottoporre l'amministrazione capitolina a un danno erariale perché poi paghiamo tutti".

  • "La devi smettere di parlare male della Cina": giornalista del Foglio minacciata da funzionario cinese
    Notizie
    Yahoo Notizie

    "La devi smettere di parlare male della Cina": giornalista del Foglio minacciata da funzionario cinese

    “La devi smettere di parlare male della Cina”. Comincia così l’intimidazione denunciata da Giulia Pompili, giornalista del Foglio che ha seguito la conferenza stampa del presidente cinese Xi Jinping e Mattarella. A parlare è Yang Han, funzionario dell’ambasciata cinese e capo dell’ufficio stampa della sede diplomatica.

  • Torna l'inverno
    Notizie
    Adnkronos

    Torna l'inverno

    Una struttura depressionaria di origine nord-atlantica giungerà domani dal Nord Europa interessando, nella seconda parte della giornata, le regioni settentrionali italiane. La fase di maltempo sarà caratterizzata da forti venti dai quadranti settentrionali e da un marcato calo delle temperature. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte - alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati - ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it). L’avviso prevede dal primo pomeriggio di domani, lunedì 25 marzo, venti forti o di burrasca, dai quadranti settentrionali, su Piemonte e Lombardia, in successiva estensione a Emilia-Romagna, Toscana e Marche, con mareggiate lungo le coste esposte. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, lunedì 25 marzo, allerta gialla per rischio temporali nelle Marche.  Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it), insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.

  • Notizie
    notizie.it

    Causò la morte della figlia per fare sesso con il capo: è incinta

    La poliziotta statunitense che causò la morte della figlia, lasciata in auto sotto il sole per appartarsi con un superiore, sarebbe di nuovo incinta.

  • Sophia Hadjipanteli: “Il mio sopracciglio manifesto della diversità”
    Notizie
    notizie.it

    Sophia Hadjipanteli: “Il mio sopracciglio manifesto della diversità”

    Resa famosa dal suo folto monosopracciglio, in un'intervista, la giovane modella ha raccontato della sua battaglia pro-diversity.

  • Stupra una 18enne in un parco di Torino, arrestato 30enne della Guinea
    Notizie
    AGI

    Stupra una 18enne in un parco di Torino, arrestato 30enne della Guinea

    Una ragazza di 18 anni è stata violentata in un parco di Torino dove si era appartata con un amico all'uscita della discoteca Life. Un 30enne della Guinea, irregolare in Italia, ha minacciato la coppia con un coccio di bottiglia e ha abusato della giovane. La Polizia, allertata da un buttafuori del locale, è intervenuta e ha arrestato l'uomo prima che la violenza avesse un epilogo ancora più drammatico. La ragazza, da poco maggiorenne, aveva raggiunto con un amico una panchina del parco Valentino. Dopo la violenza, l'aggressore è fuggito e ha tentato di nascondersi tra i cespugli lungo l'argine del Po, vicino a corso Massimo D'Azeglio, ma è stato arrestato dagli agenti in servizio di vigilanza nell'area del parco. L'accusa per lui è di violenza sessuale. In passato aveva già avuto guai con la giustizia. La ragazza, ferita, senza scarpe e con il vestito strappato, è stata portata all'ospedale Sant'Anna in stato di choc.

  • Xi Jinping e la stretta di mano a Marcello Lippi: "Il presidente mi ha riconosciuto da lontano e così ha deviato il suo percorso..."
    Notizie
    HuffPost Italia

    Xi Jinping e la stretta di mano a Marcello Lippi: "Il presidente mi ha riconosciuto da lontano e così ha deviato il suo percorso..."

    "E' stato un vero onore: eravamo nella stanza in cui cantava Bocelli

  • Fratellini caduti dal balcone: la loro morte forse resterà un mistero
    Notizie
    AGI

    Fratellini caduti dal balcone: la loro morte forse resterà un mistero

    Nessuno ha visto o sentito nulla di quella tragica caduta, che forse resterà un mistero. Dopo un interrogatorio fiume in questura durato fino a sera, per il padre e la madre dei ragazzini, non è scattato nessun provvedimento: dalle loro versioni dei fatti, è risultata infatti compatibile la possibilità di una tragica fatalità per la morte dei due fratellini di 10 e 14 anni, volati ieri giù dall'ottavo piano del balcone di casa in via Quirino di Marzio, alla periferia di Bologna.Il padre, che al momento della tragedia si trovava solo in casa con i ragazzini, è rimasto fermo sul suo racconto iniziale: Benjamin e David erano stati sgridati al rientro dalla spesa, per non aver riconsegnato tutto il resto, poi lui aveva tolto la chiave dalla serratura di casa in modo che non uscissero fuori ed era andato in bagno a fare la doccia.A quel punto la tragedia: l'uomo - Eitz Chabwore, non si sarebbe accorto di nulla venendo poi avvisato da un vicino. Non ci sono testimoni della caduta: nessuno ha visto o sentito nulla, tanto da rendere difficile ricostruire l'accaduto. Sullo sfondo, una famiglia di origine keniota normale e integrata - i bimbi erano nati in Italia, entrambi i genitori lavorano - con un padre definito 'amorevolè dalla moglie Lilian Dadda, che al momento della tragedia si trovava nel suo negozio da parrucchiera con i due figli più piccoli, un maschio e una femmina.Un gruppo di fratellini che il vicinato, ancora sotto choc per l'accaduto, conosceva bene, vedendoli con la mamma uscire per andare a scuola o all'asilo.

  • Vi ricordate Marco Bellavia? Ecco com'è e cosa fa oggi
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Vi ricordate Marco Bellavia? Ecco com'è e cosa fa oggi

    (KIKA) – MILANO – Chi tra i nati tra gli anni ’70 e gli ’80 non ha trascorso i pomeriggi a guardare Bim Bum Bam, scivolando fino all’ora di cena per Love Me Licia e Arriva Cristina? Per quella generazione, quello di Marco Bellavia è un volto e un nome conosciuto.

  • L'incubo della Viking Sky è finito
    Notizie
    AGI

    L'incubo della Viking Sky è finito

    E' arrivata al porto di Molde la Viking Sky, la nave finita al centro di una spettacolare operazione di soccorso dopo che sabato pomeriggio aveva lanciato l'Sos per un'avaria ai motori. E' la fine di un incubo per i passeggeri, in maggioranza anziani americani, canadesi o britannici, che avevano scelto la crociera lungo i fiordi norvegesi.Delle 1.373 persone che erano salite a bordo, circa 500 sono state tratte in salvo dagli elicotteri con una rischiosa operazione di soccorso resa difficile dalle condizioni meteo. Una volta che il comandante è riuscito a far ripartire la nave, i soccorritori hanno interrotto le operazioni restando in allerta in caso di necessità.L'allarme era scattato sabato pomeriggio mentre la Viking Sky stava navigando da Stavanger verso Tromso: l'incidente è avvenuto due miglia e mezzo al largo della regione di More og Romsdal, un tratto di costa nella zona centrale della Norvegia noto come Hustadvika in cui si sono verificati diversi naufragi e la navigazione è notoriamente pericolosa. Secondo testimoni arrivati sul posto per primi, la nave da crociera era a soli 100 metri dall fracassarsi sulle rocce quando è riuscita ad ancorarsi e girare, evitando all'ultimo minuto di incagliarsi.Di fronte alla situazione critica, le autorità hanno deciso di cercare di evacuare le persone ma le condizioni del tempo hanno reso molto difficile il lavoro dei soccorritori. Andando avanti e indietro, gli elicotteri sono riusciti a portare a terra centinaia di passeggeri ma nelle operazioni una ventina sono rimasti feriti.Il volo in elicottero è stata una esperienza spaventosa per molti, con venti terribili; arrivati sulla terraferma sono stati accompagnati in un centro di accoglienza allestito per l'occasione dove hanno ricevuto vestiti asciutti coperte e primo soccorso. Gli altri che sono rimasti a bordo - 436 passeggeri e 458 membri dell'equipaggio - hanno indossato i giubbotti di salvataggio e hanno atteso che la nave lentamente riprendesse il mare verso il porto di Molde.Video girati hanno mostrato il mobilio che ruzzolava negli spazi comuni mentre la nave beccheggiava. Ringraziamenti sono stati espressi all'equipaggio: "E' stato magnifico, e ci ha tenuti al sicuro, al caldo e sfamati", ha sottolineato Lara di Birmingham.Gestito dall'operatore norvegese Viking Ocean Cruises, il Viking Sky è un gioiello del 'made in Italy' consegnata nel gennaio 2017 dal costruttore Fincantieri all'armatore. la compagnia ha sottolineato che "la nostra priorità assoluta è stata per la sicurezza e il benessere dei nostri passeggeri e del nostro equipaggio". La nave ha una stazza lorda di 47.800 tonnellate, è lunga 228 metri (oltre due campi da calcio) con una larghezza massima di 29 metri (metà di un campo da calcio). Ha 465 cabine passeggeri con capacità di ospitare 930 persone. Le cabine per l'equipaggio sono 260 e il numero massimo di persone a bordo è 1.413. I suoi motori forniscono una potenza totale di 23.520 Kilowatt che consentono una velocità massima di 20 nodi e 17 di crociera di 17.

  • First Lady cinese: "Il piccolo 'puparo' mi ha commosso"
    Notizie
    Adnkronos

    First Lady cinese: "Il piccolo 'puparo' mi ha commosso"

    La coppia presidenziale cinese si è "innamorata" del piccolo Antonio Tancredi Cadili, il bambino palermitano di 8 anni, il più piccolo 'puparo' al mondo, che sabato pomeriggio si è esibito, durante la visita a Palazzo Reale, davanti al presidente cinese Xi Jinping e alla moglie Peng LiYuan. A rivelarlo è il presidente dell'Ars, Gianfranco Miccichè, che in mattinata ha voluto salutare all'aeroporto la coppia presidenziale prima della partenza per Nizza. "La First Lady - dice Miccichè all'AdnKronos - mi ha detto che si è commossa nel vedere l'esibizione del bambini con i pupi". Sabato pomeriggio Antonio Trancredi Cadili ha rappresentato un brano dell'opera dei pupi: il dialogo tra Orlando e la bellissima Agelica, che era originaria del Catai, la nuova Cina. "Anche in Cina, nella provincia del Fujian, c'è uno spettacolo di pupi e sarei felice di invitarti per fartelo vedere" gli ha detto il presidente Xi Jinping dopo averlo abbracciato, uscendo dai rigidi schemi del protocollo. E anche oggi, prima di partire, la moglie del presidente ha voluto ricordare nuovamente la performance del piccolo.

  • L'accordo sull'export della carne di maiale raggiunto con la Cina
    Notizie
    AGI

    L'accordo sull'export della carne di maiale raggiunto con la Cina

    Tra i protocolli siglati oggi a Villa Madama tra Italia e Cina compare l'accordo, atteso da tempo, che consentirà l'accesso al mercato cinese di carne suina congelata dall'Italia. Il protocollo, siglato dal ministro della Salute Giulia Grillo e l'Amministrazione generale delle dogane cinese, prevede che il nostro ministero fornirà a Pechino le leggi e i regolamenti che disciplinano gli stabilimenti di macellazione, sezionamento, lavorazione e stoccaggio delle carni suine congelate da esportare dall'Italia alla Cina e il rilascio dei certificati veterinari per l'esportazione e relativi programmi di ispezione e quarantena che consistono nel monitoraggio su sostanze o malattie, sulla metodologia per i test di laboratorio, sulle norme e procedure applicate, nonché sul campione dei timbri usati per la quarantena o legenda /contrassegni di avvenuta ispezione che confermino l'idoneità all'esportazione.Inoltre forniremo ogni anno ai cinesi il programma e le relazioni annuali relative al piano nazionale dei monitoraggi sui residui chimici (farmaci veterinari e contaminanti, ecc.) e microrganismi patogeni, e in generale la situazione epidemica dei suini in Italia. Quando necessario, Pechino potrà inviare esperti in Italia, regolarmente o sporadicamente, per condurre audit in loco o ispezioni di verifica.L'Italia fornirà l'assistenza necessaria per lo svolgimento di tali attività. I suini vivi dai quali è derivata la carne suina congelata da esportare devono: essere nati, allevati e macellati nella zona libera da peste suina africana e da malattia vescicolare dei suini, recare un marchio di identificazione utile all'individuazione dello stabilimento di origine e non essere mai stati a contatto con altri animali d'allevamento.Anche gli stabilimenti di produzione (compresi quelli per la macellazione, sezionamento, lavorazione e stoccaggio) di carne suina congelata destinata all'esportazione verso la Cina dovranno trovarsi nella zona libera da queste malattie in conformità con le leggi e i pertinenti regolamenti dell'Italia e della Cina sulla salute veterinaria e la salute pubblica. Gli stabilimenti per l'esportazione di carne verso la Cina saranno registrati con la Cina secondo la legge sulla sicurezza alimentare della Repubblica Popolare Cinese. Gli stabilimenti che potranno esportare in CinaGli stabilimenti di produzione non registrati non potranno esportare verso la Cina. La carne congelata sarà certificata dai veterinari, che attesteranno che i suini sono nati, allevati e macellati in Italia, hanno un marchio di identificazione che consente di risalire allo stabilimento dove il suino è nato ed è stato allevato; sono stati macellati, sezionati, lavorati e immagazzinati nei macelli, negli stabilimenti di trasformazione, di lavorazione e nei magazzini refrigerati approvati dalla Cina, non sono mai stati somministrati loro farmaci veterinari o additivi per mangimi vietati da entrambe le Parti, e sono stati sottoposti a ispezioni ante e post mortem cosi' come previsto dalle leggi e regolamenti vigenti in Cina e in Italia, con risultati favorevoli al fine di dimostrare che i suini destinati al macello sono sani e privi di sintomi clinici di malattie infettive e di parassiti, che non sono state rilevate lesioni su visceri e carcasse dalle quali sono stati rimossi i principali linfonodi e tessuto ghiandolare.Sono fissati poi i criteri di sicurezza durante il trasporto (incluso il tragitto dall'allevamento al luogo di macellazione). La carne di maiale congelata da esportare verso la Cina dovrà essere confezionata con materiali nuovi e conformi agli standard nazionali di sicurezza alimentare della Cina e in linea con gli standard igienici internazionali. La carne congelata destinata all'esportazione dovrà essere etichettata, indicando il nome della materia prima (descrizione del prodotto), il Paese di origine, il numero di registrazione dello stabilimento e i numeri di lotto. L'etichetta deve essere apposta su ogni singola confezione e redatta in cinese. Le etichette dei prodotti italiani Sulla confezione esterna dovrà essere apposta un'etichetta in lingua cinese indicante il Paese di origine, nome dello stabilimento, specifiche, luogo di origine (specificando Stato / provincia / città), numero di registrazione dello stabilimento, numeri di lotto, destinazione (solo Repubblica Popolare Cinese), data di produzione (anno / mese / giorno), data di scadenza e temperatura di conservazione. Le confezioni dovranno recare i marchi ufficiali di ispezione e di quarantena dell'Italia che sono stati registrati e approvati da Pechino.Le etichette apposte sulla carne suina congelata preconfezionata essere conformi agli standard cinesi e ai requisiti normativi sull'etichettatura dei prodotti alimentari preconfezionati. Ogni contenitore di carne di maiale congelata da esportare in Cina essere accompagnato da almeno un certificato veterinario in originale attestante che la partita di prodotti è conforme alle norme veterinarie e sanitarie della Cina e dell'Italia, nonchè ai requisiti di questo Protocollo.

  • Anche i jeans hanno un problema di ecosostenibilità
    Notizie
    AGI

    Anche i jeans hanno un problema di ecosostenibilità

    La Levi's Strauss dopo 35 anni è tornata sul mercato azionario di Wall Street ed è stato un successo clamoroso, così come testimonia un articolo de Il Sole 24 Ore: “I jeans Levi's sbarcano a Wall Street e volano, aprendo a 22,22 dollari per azione, sopra i 17 dollari fissati nell'ipo, un aumento del 32 per cento”.“Per il produttore di jeans si tratta di un ritorno a Wall Street dopo quello del 1971, a cui seguì un delisting nel 1984. L'azienda puntava a una valutazione di circa 5,8 miliardi di dollari, ora nettamente superata e stando ai valori dei primi scambi vicina ai 9 miliardi”.Un esordio che ha ben poco a che fare con la fortuna se si pensa che la Levi's non ha solo brevettato il tessuto come capo d'abbigliamento ma ha praticamente inventato il mercato dei jeans nel mondo.Tutto cominciò con un sarto del Nevada, Jacob W. Davis, che aveva realizzato un paio di pantaloni in denim commissionatogli da una donna per il marito. La sollecita massaia raccomandava la massima resistenza, dato che il consorte li avrebbe indossati per spaccare la legna.Davis allora ebbe l'idea geniale di rinforzare le giunture con dei rivetti di rame, e fu così che iniziò la storia. Venne allora il 20 maggio del 1873, giorno in cui Jacob Davis e Levi Strauss ottennero il brevetto per i blue jeans. Genesi dei "Genes" e origine del termineQuesti, all'inizio non erano neanche blu; pare infatti che i primi jeans prodotti da Levi Strauss fossero di un colore marroncino cachi e che una volta terminata quella stoffa gliene fosse spedita una del classico colore blu.In realtà la storia dei jeans era iniziata secoli prima, nel XV secolo per l'esattezza, e non negli Stati Uniti ma proprio in Italia, a Chieri vicino Torino. dove infatti si produceva un tipo di tela blu usata per coprire le merci nel porto di Genova.Tant'è che la traduzione di Genova in francese "Genes" sarebbe all'origine della parola Jeans. E anche la parola denim non sarebbe altro che un'americanizzazione della denominazione francese "serge de Nimes", un tessuto nato nel medioevo a Nîmes, in Francia, con cui si facevano i calzoni indossati dai marinai genovesi.I jeans diventano famosi ed iniziano a diffondersi durante la Seconda guerra mondiale, quando i soldati Usa li indossano fuori dagli orari di servizio.Ai tempi ancora erano considerati come abbigliamento di scarsa qualità, l'etichetta non aveva una gran considerazione per la moda e i jeans erano ben lontani dall'essere il capo d'abbigliamento che noi tutti conosciamo oggi.Molto famoso l'aneddoto risalente alla primavera del 1951, protagonista il cantante e attore Bing Crosby.Questi amava i jeans e li indossava abitualmente nel tempo libero. Si presentò, al termine di una battuta di caccia nei boschi della Columbia Britannica, così vestito in un hotel di lusso di Vancouver.Il portiere obbiettò che, presentandosi in jeans, non si poteva pretendere di alloggiare in quell'albergo e fu solo grazie ad un fattorino, che aveva riconosciuto il crooner più celebre d'America, che Crosby riuscì ad ottenere ospitalità.La voce circolò in fretta così la Levi's spedì all'artista un intero abito su misura confezionato totalmente in denim con un'etichetta molto particolare che diceva “Tuxedo Levi's. Attenzione: al personale di tutti gli hotel. Questa etichetta garantisce al suo portatore di essere convenientemente ricevuto e registrato, con cordialità e ospitalità, in ogni momento e in qualsiasi condizione. Rilasciato a Bing Crosby. Firmato: l'Associazione degli albergatori americani”.Oggi quello smoking è esposto al Northeastern Nevada Museum di Elko. Dalle parate sulla Piazza Rossa ai problemi di ecosostenibilitàI jeans dovranno aspettare qualche anno per essere sdoganati come capo d'abbigliamento per tutte le occasioni, il 1955 per l'esattezza, quando James Dean li indossa in “Gioventù Bruciata”, diventando così il capo preferito da una generazione di ragazzi pronti, una decina d'anni dopo, a rivoluzionare il mondo.Due anni dopo, in occasione del Festival Internazionale della Gioventù e degli Studenti di Mosca, anche i russi scoprirono il denim e fu rapidissima la diffusione dei jeans anche da quelle parti.Il capo aveva conquistato il mondo fino ad essere quello che è oggi, con un mercato nel 2023 raggiungerà i 60,09 miliardi di dollari.Un aumento che si tradurrebbe nella vendita annuale di circa 2 miliardi di jeans, con un aumento esponenziale che arriverebbe fino al 12,1% proprio nelle zone più disagiate del mondo, prima fra tutte quella del Sudamerica.Una crescita talmente enorme che oggi ci si pone anche un problema sulla composizione del denim e sull'ecosostenibilità del jeans.È stato calcolato infatti che da una balla di cotone si ottengono circa 215 paia di jeans, dunque se è vero che le coltivazioni di cotone coprono 34 milioni di ettari della superficie della terra e, secondo Ethical Consumer, utilizzano il 25% degli insetticidi del mondo e il 10% dei pesticidi, possiamo dedurre che produrre jeans non è sempre sostenibile.Tant'è che la stessa Ethical Consumer ha studiato una guida online per l'acquisto dei jeans, classificando le varie marche disponibili sul mercato in base alla loro condotta etica, e secondo questa guida le due aziende più rispettose dell'ambiente sarebbero entrambe inglesi: la Howies e la Monkee Soil Association.

  • L'attentatore dello scuolabus ha parlato di Salvini e Di Maio durante l'interrogatorio
    Notizie
    AGI

    L'attentatore dello scuolabus ha parlato di Salvini e Di Maio durante l'interrogatorio

    È il "convincimento ideologico, addirittura, citando criticamente la politica nazionale e, più in generale, quella occidentale" l'elemento che prova le finalità terroristiche con cui Ousseynou Sy ha dirottato uno scuolabus con a bordo 51 bambini mercoledì 20 marzo a San Donato.Lo scrive il gip di Milano, Tommaso Perna, nell'ordinanza di convalida dell'arresto nei confronti dell'autista di origini senegalesi, che quindi rimarrà a San Vittore. Secondo il magistrato "è evidente che lo scopo sotteso all'azione dell'indagato era quello di costringere, o comunque condizionare, le politiche migratorie attualmente adottate dal Governo in carica". La 'miccia' che avrebbe acceso in lui la volontà di agire sarebbe stata la vicenda della nave Mare Jonio con a bordo 49 migranti, per il quale era stata predisposta la chiusura del porto di Lampedusa: il "mancato sbarco di 49 persone", risalente al 19 marzo avrebbe provocato in lui "l'ira" che lo ha spinto "all'azione dimostrativa". Sy voleva andare via, tornare in Africa e convincere anche gli altri suoi conterranei a fare lo stesso: "Così noi togliamo il disturbo, non ci sarà più bisogno di Salvini che dice: 'Non si scende!', quell'imbecille" ha dichiarato durante l'interrogatorio, riferendosi al ministro dell'Interno e vicepremier Matteo Salvini."Lasciamoli morire là, in mezzo al mare. Quando li salvi accusano di favoreggiamento all'immigrazione clandestina, e voi tutti state tutti zitti, tutto l'Occidente e' complice" ha accusato Sy. Poi anche un riferimento alle affermazioni del vicepremier Luigi Di Maio, quando - causando un incidente diplomatico - parlò del Franco Cfa con la quale il Paese transalpino 'sfrutterebbe' l'Africa: "Ah, sappiamo che la Francia... Eh, impedisce lo sviluppo dell'Africa, dice Di Maio: la scoperta dell'acqua calda" ha affermato l'attentatore dello scuolabus, illustrando il quadro ideologico che si era formato nella sua mente prima di premeditare il gesto.

  • Cosa sono i Panda Bond, il piano per supportare la crescita delle aziende italiane in Cina
    Notizie
    AGI

    Cosa sono i Panda Bond, il piano per supportare la crescita delle aziende italiane in Cina

    Cassa depositi e prestiti e Bank of China Limited hanno siglato un accordo di collaborazione strategico per supportare la crescita delle aziende italiane nel mercato cinese. L'intesa riguarda in particolare la realizzazione di un Piano di emissioni obbligazionarie, "Panda Bond", da 5 miliardi di Renminbi e la strutturazione di un programma di co-finanziamento per imprese italiane che investono in Cina da 4 miliardi di Renminbi.L'accordo - che fa seguito al protocollo d'intesa sottoscritto dalle parti il 28 agosto scorso - è stato siglato dall'amministratore delegato di Cdp Fabrizio Palermo e dal Chairman di Bank of China Chen Siqing, e - spiega una nota - è finalizzato a supportare la cooperazione tra le due istituzioni per reperire risorse finanziarie dedicata alla crescita di aziende italiane in Cina.Il Piano di emissioni per il quale è stato avviato l'iter autorizzativo da parte di People's Bank of China ha ad oggetto l'emissione da parte di CDP di titoli obbligazionari, "Panda Bond", destinati ad investitori istituzionali operanti in Cina. I proventi derivanti dalle emissioni verranno utilizzati per finanziare - direttamente o indirettamente - succursali o controllate di aziende italiane con sede in Cina e quindi supportarne la crescita.La liquidità raccolta sarà veicolata alle imprese sia attraverso le banche italiane presenti in Cina, sia attraverso le banche cinesi. Con tale piano di emissioni, Cdp sarebbe il primo emittente italiano, nonché il primo istituto nazionale di promozione europeo, ad esplorare questo tipo di mercato.Cassa depositi e prestiti e Bank of China hanno poi stabilito di voler collaborare alla definizione di un programma di supporto finanziario volto alle imprese italiane in Cina da 4 miliardi di Renminbi. Il programma sarà strutturato su un orizzonte di medio-lungo termine e sulla base di un controllo del rischio di ogni singola operazione di co-finanziamento da parte di Boc e di Cdp.L'accordo prevede, infine, che Cdp e Boc possano continuare a collaborare per l'individuazione di potenziali opportunità di cooperazione in determinati prodotti e settori in cui operano le imprese italiane in Cina quali export, corporate finance e infrastrutture.